Cybercrimes

Marchi d'impresa

Domain Names

Rassegna Stampa

Contributi Multimediali

Note Esplicative e Suggerimenti per la Ricerca

Tribunale I grado CE, sez. III, 25 novembre 2010

(traduz. da http://curia.europa.eu/) Marchio comunitario - Opposizione a domanda di registrazione del marchio denominativo ^GOTHA^ basata su marchio figurativo anteriore ^GOTCHA^ - Lieve somiglianza sul piano visivo - Differenza dei segni sul piano concettuale e fonetico- Accoglimento parziale del ricorso del titolare del marchio comunitario richiesto


IUS&WEB | Portale di informazione giuridicagiovedì 25 novembre 2010

Massimazione e nota a cura dell'Avv. Dario Galliani

Principali argomentazioni contenute della sentenza in oggetto:

1) pubblico di riferimento: atteso che i prodotti contrassegnati dai marchi in conflitto costituiscono articoli di largo consumo (abbigliamento ed affini), il pubblico di riferimento, quale parametro di valutazione del rischio confusorio, è costituito dal consumatore medio dell'Unione Europea;

2) confronto tra i segni:
- sul piano visivo: nel settore dell'abbigliamento i prodotti vengono di norma scelti direttamente dal pubblico e, pertanto, la somiglianza visiva tra due marchi avrà una maggiore rilevanza, pur non potendosi escludere una vendita orale del prodotto, con prevalenza in tal caso della componente fonetica del segni;

- sul piano fonetico: la valutazione della somiglianza va effettuata sul pubblico non anglofono nè germanofono che abbia scarsa dimistichezza con le predette lingue;
l'inserzione della lettera ^c^ nel marchio precedente determina una differenza nell'intonazione e nel ritmo dei termini ^gotha^ e ^gotcha^;

- sul piano concettuale: il termine ^gotcha^ è una parola del gergo inglese derivata da “got you” (“ti tengo!”), utilizzata per lo più da un pubblico giovanile, mentre il termine ^gotha^ (nel significato di ^elite^) può rappresentare un c.d. ^fatto notorio^, conoscibile attraverso mezzi generalmente accessibili a tutti;

3) rischio di confusione: seppur identici o simili alcuni dei prodotti contrassegnati dai marchi in conflitto, le differenze visive tra gli stessi (stante la presenza di un elemento figurativo nel marchio precedente), nonchè quelle sul piano fonetico e concettuale (il significato di ^elite^ per il termine ^gotha^ è spesso ripreso dai mass-media) non consentono di determinare un rischio confusorio tra i segni.

FAMIGLIE: Marchi d'impresa, Giurisprudenza Europea, 2000-2050

Condividi su Facebook
Tribunale I grado CE, sez. III, 25 novembre 2010
ARTICOLI CORRELATI
IUS&WEB | Portale di informazione giuridicaTribunale I grado CE, sez. III, 9 luglio 2010
(traduzione tratta da http://curia.europa.eu/) Domanda di registrazione marchio comunitario ^Vektor-Lycopin^ - Impedimento assoluto alla registrazione - Assenza di carattere distintivo del segno - Carattere descrittivo del marchio - Elemento «lycopin» (licopene) indicativo di un carotenoide dalle proprietà antiossidanti - In ingegneria genetica l’elemento «vektor» (vettore) significativo di un agente trasmettitore di una molecola, una sostanza o una malattia
Inserisci il tuo indirizzo email per
ricevere la Newsletter di Ius&Web
CATEGORIE
IUS&WEB | Portale di informazione giuridica

Anno di Pubblicazione

IUS&WEB | Portale di informazione giuridica

Contributi multimediali

ARTICOLI RECENTI
Homepage|Cybercrimes|Marchi d'Impresa|Domain Names|Rassegna Stampa|Contributi Multimediali|Chi Siamo|Note Esplicative|Note Legali
Valid HTML 4.01 Strict Valid CSS
In property of: Avv. Dario Galliani | All Rights Reserved by IUS&WEB
Sito segnalato all'Ordine degli Avvocati di Como così come previsto dal Codice Deontologico Forense
869