Cybercrimes

Marchi d'impresa

Domain Names

Rassegna Stampa

Contributi Multimediali

Note Esplicative e Suggerimenti per la Ricerca

Cassazione penale, sez. V, 14 marzo 2003, n. 20723

Inserimento dati falsi nell'archivio INPS - falsità documenti informatici - archivio informativo della P.A. - archivio tenuto da soggetto pubblico - equivalenza - creazione falso atto informatico - falsità in atto pubblico - integrazione della fattispecie


IUS&WEB | Portale di informazione giuridicalunedì 12 maggio 2003

FAMIGLIE: Cybercrimes, Giurisprudenza Italiana, 2000-2050

Condividi su Facebook
Cassazione penale, sez. V, 14 marzo 2003, n. 20723
ARTICOLI CORRELATI
IUS&WEB | Portale di informazione giuridicaCassazione Penale, sez. II, 22 ottobre 2009, n. 40706
Home banking - frode informatica - medesimi elementi costitutivi della truffa - manipolazione sistema informatico- legittimità all'accesso del sistema informatico - irrilevanza
IUS&WEB | Portale di informazione giuridicaTribunale I grado CE, sez. VIII, 6 ottobre 2011
(traduzione tratta da http://curia.europa.eu) Richiesta di registrazione di un marchio comunitario costituito da un segno tridimensionale - Impedimento assoluto alla registrazione ex art. 7, n. 1, lett. e , sub iii) stante la forma che dà un valore sostanziale al prodotto - Ratio della norma è evitare che il marchio possa servire per tutelare altri diritti di privativa che il Legislatore ha assoggettato a termini di decadenza
IUS&WEB | Portale di informazione giuridicaCassazione penale, sez. II, 20 novembre 2009, n. 4217
Art. 473 c.p. - Contraffazione segni distintivi - Art. 474 c.p. - Introduzione nello Stato e commercio di prodotti con segni falsi - Non necessaria indagine circa la validità sostanziale del marchio ^cubo di Rubik^ (nel caso di specie comunque sussistente) - Tutela penale dei marchi anticipata al momento della domanda di registrazione
IUS&WEB | Portale di informazione giuridicaCassazione penale, sez. V, 24 novembre 2003, n. 11915
Immissione di dati inveritieri nell'Albo nazionale costruttori - documento informatico - falsità realizzate prima dell'inserimento dell'art. 491-bis c.p. - sussumibilità alla fattispecie ex art. 476 c.p. - assenza di innovazione della norma ex art. 491-bis c.p. - non configurabilità dell'art. 491-bis quale norma di interpretazione autentica
IUS&WEB | Portale di informazione giuridicaCassazione penale, sez. I, 30 giugno 2010, n. 24510
Art. 660 c.p. - Molestia o disturbo alle persone - Invio di un messaggio a mezzo posta elettronica contenente ^apprezzamenti gravemente lesivi della dignità e della integrità personale e professionale^ del convivente della destinataria - Modalità di comunicazione asincrona della posta elettronica - Non previsione del fatto dalla legge come reato
Inserisci il tuo indirizzo email per
ricevere la Newsletter di Ius&Web
CATEGORIE
IUS&WEB | Portale di informazione giuridica

Anno di Pubblicazione

IUS&WEB | Portale di informazione giuridica

Contributi multimediali

ARTICOLI RECENTI
Homepage|Cybercrimes|Marchi d'Impresa|Domain Names|Rassegna Stampa|Contributi Multimediali|Chi Siamo|Note Esplicative|Note Legali
Valid HTML 4.01 Strict Valid CSS
In property of: Avv. Dario Galliani | All Rights Reserved by IUS&WEB
Sito segnalato all'Ordine degli Avvocati di Como così come previsto dal Codice Deontologico Forense
446