Cybercrimes

Marchi d'impresa

Domain Names

Rassegna Stampa

Contributi Multimediali

Note Esplicative e Suggerimenti per la Ricerca

Cybercrimes

Il massicio sviluppo della tecnologia informatica ed il suo utilizzo nella vita economica e sociale degli ultimi decenni aveva indotto il Legislatore italiano ad inserire nel codice penale, mediante la Legge 547/93, anzitutto una prima definizione di documento informatico (art. 491 bis , comma II, c.p.), peraltro ancora troppo legata al concetto di documento cartaceo, nonché una serie di figure delittuose rimodulate in considerazione della particolarità dei sistemi informatici (è il caso dell'accesso abusivo ad un sistema informatico o telematico il cui elemento oggettivo è sussimibile, anche da un punto di vista sistematico, alla violazione di domicilio).

Con l'ulteriore intervento normativo attuata mediante la Legge 48/48 di ratifica ed esecuzione della Convenzione sulla criminalità informatica fatta a Budapest il 23.11.01, il Legislatore ha provveduto, da un lato, all'abrogazione dell'art. 491 bis, comma II, c.p., sostituendo di fatto la definizione di documento informatico ivi contenuta con quella generale di cui all'art. 1, lett. p) del Codice dell'amministrzione digitale (c.a.d.) approvato con il D. Lgs 82/05 (da ultimo modificato dal D. Lgs. 519/06), più rispondente all'intrinseca immaterialità del bene oggetto di tutela penale.

Dall'altro, all'introduzione, in virtù dell'art. 7 della citata Legge 48/08, di ulteriori forme di responsabilità per le persone giuridiche a vantaggio delle quali fossero commessi reati informatici, inserendo nel D. Lgs. 231/02 l'art. 24 bis rubricato delitti informatici e trattamento illecito dei dati.



Cassazione penale, sez. V, 1 ottobre 2010, n. 35511

Reati commessi con il mezzo della stampa (art. 57 c.p.) - Resonsabilità del direttore per omesso controllo atto ad impedire la commissione di reato con il mezzo della pubblicazione - Quotidiano ^on line^ - Divieto di analogia in malam partem - Inapplicabilità della disciplina della stampa cartacea a quella digitale - Il fatto non è previsto dalla legge come reato

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n.909 del 10 settembre 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Furto d'identità informatica - Operazioni di pagamento contestate dal correntista - Inoperatività delle clausole vessatorie di accettazione degli addebiti a carico del correntista - Sistema di sicurezza basato su tre serie di riconoscimenti informatici - Responsabilità del correntista (50%) nonchè apporto concausale omissivo dell'istituto di credito (50%)

Cassazione penale, sez. I, 30 giugno 2010, n. 24510

Art. 660 c.p. - Molestia o disturbo alle persone - Invio di un messaggio a mezzo posta elettronica contenente ^apprezzamenti gravemente lesivi della dignità e della integrità personale e professionale^ del convivente della destinataria - Modalità di comunicazione asincrona della posta elettronica - Non previsione del fatto dalla legge come reato

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n. 544 del 17 giugno 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Phishing - Richiesta di rimborso al prestatore di servizi di pagamento - Assenza di responsabilità dell'Istituto bancario ex art. 1176, comma II, c.c. - Incidenza del fatto colposo del cliente a norma dell'art. 1227 c.c.

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n. 396 del 19 maggio 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Richiesta di rimborso di una somma di denaro fraudolentemente sottratta a mezzo bonifico online - Messa a disposizione della banca del sistema Onte Time Password - Mancato ritiro del dispositivo da parte del cliente - Rigetto del ricorso

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n. 294 del 28 aprile 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Homebanking - Richiesta di rimborso del correntista al prestatore di servizi di pagamento delle somme frudolentemente prelevate - Mancata adozione della necessaria diligenza da parte del prestatore di servizi di pagamento - Maggior grado di prudenza e attenzione richiesto per la valutazione della diligenza del ^buon banchiere^

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n. 296 del 28 aprile 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Ipotesi di ^phishing^ riconosciuta dal correntista - Sottrazione fraudolenta di somme di denaro da parte di terzi in danno del cliente anche dopo l'ordine all'intermediario di bloccare il conto - Accoglimento parziale del ricorso per le somme sottratte successivamente all'ordine di blocco - Rigetto della richiesta di rimborso delle somme sottratte in precedenza per la mancata richiesta in sede di reclamo

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n. 289 del 26 aprile 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Furto d'identità telematica - Appropriazione fraudolenta di somme di denaro da parte di terzi in danno del correntista - Non imputabilità al cliente di negligenza nella custodia dei codici di acecsso - Mancata predisposizione da parte dell'intermediario di efficaci presidi di sicurezza - Rimborso al cliente della somma fraudolentemente sottratta

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n. 277 del 23 aprile 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Disconoscimento di operazioni di pagamento on line da parte del correntista - Predisposizione da parte della banca di un sistema di sicurezza basato su tre livelli di password - Mancata attivazione da parte del correntista del sistema sms alert - Mancato uso dell'ordinaria diligenza da parte del cliente - Rigetto del ricorso

Arbitrato Bancario Finanziario - Decisione n. 237 del 15 aprile 2010

(tratto da http://www.arbitrobancariofinanziario.it/) Ipotesi di ^phishing^ ammesso dal correntista - Indebita sottrazione di una somma di denaro in suo danno - Mancata predisposizione di presidi di sicurezza da parte della banca quali dispositivi di generazione di combinazioni casuali - Violazione doveri professionali da parte della banca alla luce degli artt. 15 e 31 del d.lgs. n. 196/2003 (50% di responsabilità) - Incauto comportamento del cliente (50% di responsabilità)

Pagina 1 di 4
1 2 3 4 >>

paginazione
Inserisci il tuo indirizzo email per
ricevere la Newsletter di Ius&Web
CATEGORIE
IUS&WEB | Portale di informazione giuridica

Anno di Pubblicazione

IUS&WEB | Portale di informazione giuridica

Contributi multimediali

ARTICOLI RECENTI
Homepage|Cybercrimes|Marchi d'Impresa|Domain Names|Rassegna Stampa|Contributi Multimediali|Chi Siamo|Note Esplicative|Note Legali
Valid HTML 4.01 Strict Valid CSS
In property of: Avv. Dario Galliani | All Rights Reserved by IUS&WEB
Sito segnalato all'Ordine degli Avvocati di Como così come previsto dal Codice Deontologico Forense